Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

 

IL NOSTRO FUTURO È PENSARE ALLA TERRA

 

CLIMA … cosa sappiamo

 

 

 

Il clima influenza continuamente la nostra intera esistenza. Il cielo è spesso la prima cosa che guardiamo appena ci svegliamo al mattino. La pressione e l’umidità influiscono sul nostro corpo e sul nostro umore; chi, infatti, non ha mai detto “oggi sono depresso: sarà colpa della pioggia!”. Almeno una volta al giorno quasi tutti ci informiamo sulle previsioni del tempo e fin dalla nascita siamo abituati ai cicli stagionali che regolano i cicli biologici di tutti gli esseri viventi.

 

Sono stati anche inventati dei detti popolari proprio sul tempo che spesso ci sembrano banali luoghi comuni; ma la frase “le stagioni non sono più quelle di una volta”, nonostante sia una lamentela davvero antica, poiché la diceva già Virgilio 2000 anni fa, non è mai stata così attuale. Negli ultimi anni, infatti, assistiamo a primavere che sembrano estati, inverni che sembrano autunni e nel frattempo i media ci martellano con l’effetto serra e il riscaldamento globale. Gli ambientalisti lanciano catastrofiche previsioni per il futuro, mentre gli scienziati e i politici sembra che cerchino di calmare gli allarmismi.

 

In tutta questa enorme confusione sono le “persone comuni” a non riuscire ad avere le idee chiare.

 

Per comprendere appieno come la Terra sta cambiando, è importante mantenere una prospettiva globale. Dobbiamo immaginare la Terra come un grande sistema, chiamata BIOSFERA. Come in ogni sistema chiuso, la modifica che avviene in un punto si ripercuote su tutto il sistema.

Raccogliere i dati per comprendere è uno sforzo enorme che richiede la collaborazione di molti scienziati di tutto il mondo. Per comprendere gli equilibri della nostra biosfera è necessario raccogliere molti dati di diverso tipo: ad esempio temperatura, gas presenti nell’atmosfera, livello del mare, superficie boschiva, ecc.

Gli equilibri della Terra sono molto delicati. Ad esempio negli ultimi cento anni, la temperatura media della Terra è aumentata di circa tre quarti di grado centigrado. Per alcune persone questo cambiamento può sembrare irrilevante. Tuttavia, se la temperatura della Terra aumenta di altri 4°C sia i ghiacci della Groenlandia che dell’Antartide potrebbero sciogliersi completamente. Questi cambiamenti si rifletterebbero su tutto il pianeta ad esempio con l’innalzamento del livello del mare a livello globale.

I cambiamenti che avvengono all’interno della biosfera possono essere causati anche da eventi naturali, come l’eruzione di un vulcano. Una grossa eruzione può emettere grossi quantitativi di polvere che sono in grado di alterare il clima.

Attualmente i cambiamenti provocati dalle attività dell’uomo hanno raggiunto livelli preoccupanti in quanto quasi fuori controllo.

 

 

 

 


Una breve introduzione alla società attuale.

Relazione tra sviluppo dell'uomo e la biosfera 

Cambiamenti climatici. Quali sono le evidenze? Come si misurano?  

Il ciclo globale del carbonio

La crescita demografica mondiale

La distruzione degli habitat

Disboscamento

Urbanizzazione

Agricoltura

Industrializzazione

Lo sfruttamento delle risorse naturali

L'impronta ecologica delle nazioni e lo sviluppo sostenibile

Possibili rischi futuri


 

 

 

 

Una breve introduzione alla società attuale.

 

 

Il cambiamento climatico è una delle sfide più serie per il nostro mondo di oggi. I suoi effetti si fanno sentire in tutti i continenti e si prevede che diventeranno più intensi nei prossimi decenni. Questi cambiamenti hanno il potere di trasformare il nostro mondo, influendo sul nostro ambiente, salute, cibo e risorse idriche e rappresentano una minaccia per la sicurezza e la stabilità globali.

 

Sebbene 195 paesi abbiano concordato nell'accordo di Parigi del 2015 di affrontare i cambiamenti climatici limitando il riscaldamento globale a "ben al di sotto" dei 2°C e proseguendo gli sforzi per limitarlo a 1,5°C, la temperatura media globale continua ad aumentare. Secondo il rapporto speciale dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) pubblicato nell'ottobre 2018, il riscaldamento globale indotto dall'uomo ha già raggiunto 1°C e sta aumentando a un tasso di circa 0,2°C per decennio. Senza un'azione internazionale più forte, l'aumento di temperatura medio potrebbe superare il livello critico di 2°C subito dopo il 2060 e continuare a salire, rendendo molto più probabili i cambiamenti climatici irreversibili su larga scala.

 

 I sentimenti degli europei e le loro paure. Risultati dell’Eurobarometro.

 

 

 

 

 Relazione tra sviluppo dell'uomo e la biosfera

 

E' necessario comprendere che la società umana è inclusa nel sistema Terra.

QUALSIASI AZIONE DELL'UOMO SI RIFLETTE SULLA NATURA MODIFICANDONE GLI EQUILIBRI

 

 Cos'è la biosfera

     Kids. La Terra e i suoi equilibri

Il rapporto uomo-ambiente nella biosfera Terra

L'importanza dell'oceano e della criosfera per le persone

Antropocene: l’uomo agisce sulla storia della Terra

Antropocene VS Omogenocene

I primi tentativi di risanare la Terra

 

 

 

 

 

 

 Cambiamenti climatici. Quali sono le evidenze?  Come si misurano?

 

Il clima della Terra è cambiato nel corso della storia. Solo negli ultimi 650.000 anni ci sono stati sette cicli di avanzamento e ritiro glaciale, con la brusca fine dell'ultima era glaciale di circa 7.000 anni fa che segna l'inizio dell'era moderna del clima - e della civiltà umana. La maggior parte di questi cambiamenti climatici sono attribuiti a piccolissime variazioni nell'orbita terrestre che modificano la quantità di energia solare che il nostro pianeta riceve.

 

Negli ultimi decenni, il riscaldamento globale ha portato a un diffuso restringimento della criosfera, con perdita di massa delle calotte glaciali e ghiacciai; riduzione della copertura nevosa; riduzione dell’estensione e dello spessore del ghiaccio del mare artico;  aumento della temperatura del permafrost.

 

 

 

Che cos’è l’effetto serra

   KIDS. Che cos’è l’effetto serra?

Gli indicatori del cambiamento climatico: i gas ad effetto climalterante

   Dati aggiornati sui livelli di CO2. Ultimo aggiornamento 12 aprile 2019

 

 

Gli indicatori del cambiamento climatico: temperatura superficiale globale

   Clima, la prova dell’impennata delle temperature

   KIDS. Come si misura la temperatura globale terrestre?

   KIDS. Come cambia la temperatura della Terra?

   KIDS. Come cambia la temperatura della Terra? (parte 2)

   KIDS. Che informazioni si possono ottenere dai carotaggi dei ghiacci?

   KIDS. Che informazioni si possono ottenere dagli anelli degli alberi?

   KIDS. Che informazioni si possono ottenere dalla crescita dei coralli?

   KIDS. Come sta cambiando la temperatura

   KIDS. Esplorare l'atmosfera con i palloni meteorologici

   KIDS. Esplorare il clima con i satelliti

   KIDS. Global warming: le evidenze dirette e indirette

 

 

 Gli indicatori del cambiamento climatico: livello del mare

    ●Conseguenze dell’innalzamento del livello marino

    ●I laghi glaciali

 

Gli indicatori del cambiamento climatico: la neve dell’emisfero settentrionale

Gli indicatori del cambiamento climatico: i ghiacciai di montagna

    ● Entro il 2100 i due terzi dei ghiacciai alpini si scioglieranno         

    ● Cambiamenti nella criosfera montana          

 

 

   L'Antartide è più freddo dell'Artico, ma continua a perdere ghiaccio

 

 

 

 

 

Il ciclo globale del carbonio

 

 

Il biossido di carbonio atmosferico (CO2) è aumentato notevolmente negli ultimi anni. A luglio 2017, la media mondiale di CO2 era di 406 ppm. Il metano (CH4) è aumentato da un'abbondanza preindustriale di circa 700 parti per miliardo (ppb) di aria secca a oltre 1.850 ppb a partire dal 2017, con un aumento di oltre il 160%.

 

Il ciclo del carbonio: cos'è e perché è importante. In questa sessione si esamina lo stato attuale, le tendenze e le potenziali direzioni future del bilancio del carbonio.

 

Il ruolo del carbonio nel sistema terrestre

 

 

  

 

 

L'impronta ecologica delle nazioni e lo sviluppo sostenibile

 

L'Impronta ecologica è l'unica metrica che mette a confronto la domanda di risorse di individui, governi e imprese contro ciò che la Terra può rinnovare.

 

Nell’ultimo decennio, è divenuto chiaro come la velocità con cui gli esseri umani stanno consumando risorse e degradando gli ecosistemi sia in continuo aumento. Nel complesso, oggi ci troviamo in quello che chiamiamo “debito ecologico”. In poche parole, utilizziamo più risorse e produciamo più rifiuti di quanti ne possa gestire il nostro Pianeta.

Non esiste un’unica soluzione al problema che stiamo affrontando nel 21° secolo. Le sfide, tra loro strettamente collegate, di lotta alla povertà su larga scala, ai cambiamenti climatici, alla perdita di biodiversità e al sovrasfruttamento delle risorse risultano complesse e scoraggianti per il singolo. Tuttavia, malgrado la scarsità di risorse naturali con la quale ci confrontiamo, non esistono limiti all’innovazione umana e allo scambio di soluzioni efficaci. Su questo piccolo Pianeta, per vincere insieme, dobbiamo imparare l’uno da e per l’altro – dai nostri successi come dai nostri errori.

Sta divenendo chiarissimo come non sia più possibile continuare su questa strada. Lo stress esercitato sul Pianeta dalla continua crescita di consumi e popolazione, alimentato in maniera abnorme dalla fame di risorse dei Paesi più ricchi del mondo, può avere conseguenze mortali.

 

 

 Che cos’è l’impronta ecologica, il carbon footprint e la water footprint?

 

 

  

 


 

 

NOTIZIE DAL MONDO

 

13 ottobre 2019. NOTIZIE 

La furia del tifone Hagibis si abbatte sul Giappone