Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Kids. La diversità genetica e come influisce sul nostro futuro

 

Ogni cellula di ogni individuo di ogni specie contiene geni. Non ci sono due individui che hanno esattamente gli stessi geni - a meno che non siano cloni. La scoperta dei geni, e come essi vengono tramandati da genitore a figlio, ha portato ad una rivoluzione scientifica nel diciannovesimo e ventesimo secolo.

Tutto è iniziato con uno scienziato di nome Gregor Mendel.

Esiste una diversità genetica all'interno di un gruppo di specie, ad esempio i piccioni! Se viaggi in un'isola o in una foresta ai tropici, troverai quasi sicuramente dei piccioni. Riconoscerai che sono piccioni, ma non sono gli stessi dei piccioni che conosci da casa. Sono geneticamente abbastanza diversi, sebbene chiaramente correlati.

Allo stesso modo, possiamo misurare la diversità genetica totale di un ecosistema. Alcuni ecosistemi sono più diversi di altri. Una piccola area di foresta sulla costa atlantica del Brasile contiene più specie vegetali e animali, e quindi più diversità genetica, rispetto a tutti gli Stati Uniti.

 

 

La forza dell’evoluzione

Non c'è sempre stata tanta diversità genetica sulla Terra come oggi. Ci sono quattro ingredienti fondamentali per l'evoluzione: selezione naturale, variazione, ereditabilità e tempo. La combinazione di questi ingredienti spiega l'evoluzione delle specie: dalle balene ai batteri resistenti ai farmaci!

Laddove vi sono variazioni in una popolazione, delle pressioni nuove o esistenti, le specie selezionano tratti ereditabili specifici trasmessi da una generazione alla successiva che trasmettono un vantaggio. Nel tempo  la popolazione cambia e la specie si evolve.

La diversità svolge un ruolo chiave nell'evoluzione e nella sopravvivenza delle specie.

Ci sono infiniti esempi, dal dinosauro al dodo, in cui una specie mancava di variazione o la capacità di adattarsi alle pressioni nel suo ambiente e si estinse. Nel caso degli umani, ci siamo adattati con tanto successo al nostro ambiente che ora siamo uno dei principali fattori che modellano e cambiano il pianeta. Nonostante ciò, siamo ancora fortemente dipendenti dalla diversità a tutti i livelli.

Innanzitutto, a livello di ecosistema, la diversità fornisce i nostri habitat e ambienti. Al livello più fondamentale, le piante forniscono l'ossigeno nell'atmosfera. I nostri diversi habitat forniscono suolo, acqua, case, copertura dal sole o dal vento e molti altri servizi per sostenere la vita.

In secondo luogo, la diversità delle specie è importante perché gli umani seguono una dieta onnivora e vivono in diversi ambienti in tutto il mondo. A differenza delle mucche e dei panda, se mangiamo sempre lo stesso tipo di cibo, ci ammaliamo a causa della mancanza di nutrienti essenziali nella nostra dieta. La diversità nei nostri sistemi alimentari è importante per mantenerci in vita.

La diversità ha permesso agli umani di colonizzare e prosperare in molte diverse condizioni di vita in tutto il mondo.

La diversità fornisce anche le nostre medicine, legname, carta, carburante, prodotti grezzi per la produzione e praticamente tutto il resto su cui si basa la civiltà umana.

La diversità genetica e la variazione dei tratti che offre consentono alle singole specie di adattarsi ai cambiamenti nell'ambiente. Tutte le specie, come gli esseri umani, sono sotto la costante minaccia di una nuova influenza o altra malattia, nonché dei cambiamenti meteorologici e di temperatura.

Il cibo può arrivare in modo affidabile nei supermercati e nei negozi, ma dietro le quinte scienziati e agricoltori lavorano costantemente per mantenere i raccolti per soddisfare la domanda. La diversità genetica è la base su cui le colture si adattano e si evolvono di fronte alle sfide.

Negli ultimi 12000 anni, gli agricoltori hanno selezionato singole piante che producono di più, hanno un sapore migliore o sopravvivono bene sotto pressione. Da sempre, gli agricoltori hanno selezionato il seme delle loro piante migliori per seminare il raccolto della stagione successiva. In questo modo le persone hanno modellato le colture per soddisfare le loro esigenze in condizioni specifiche. Migliaia di varietà di colture sono state sviluppate in tutto il mondo. Allo stesso modo, al giorno d’oggi, si selezionano piante con tratti specifici, usando varie tecniche o strumenti per accelerare il processo e produrre le varietà ad alto rendimento che probabilmente compreremo nei supermercati nel prossimo futuro.

 

 

Diversità genetica sotto minaccia

Un luogo senza diversità genetica è cronicamente fragile e pronto per il disastro. Nel 1845, una malattia mortale distrusse il raccolto di patate, il principale raccolto dei poveri rurali in Irlanda, portando alla fame o alla migrazione di due milioni di persone. Ci sono stati molti eventi come questo nella storia umana.

Oltre alle carestie o alle estinzioni drammatiche, esiste la più graduale minaccia di erosione genetica. I sistemi agricoli, forestali o di acquacoltura attuali sono simili su vaste aree geografiche, coltivando un numero minore di specie e varietà.  In questo modo una società è molto meno pronta ad affrontare i rischi nel caso ci siano eventi che distruggono il raccolto. La diversità delle colture permette di affrontare meglio tali eventi drammatici.

La diversità è ancora molto apprezzata e utilizzata, soprattutto nelle aree in cui le persone dipendono interamente dalle loro colture durante tutto l'anno come fonte di cibo.

Nel mondo instabile in cui viviamo, la diversità è un fattore importante. Un gran numero di scienziati, allevatori e agricoltori stanno lavorando per salvaguardare la biodiversità per consentire all'uomo di affrontare le sfide di un futuro imprevedibile. Ciò può essere ottenuto in diversi modi.

Conservare i semi è più complicato di quanto si possa immaginare. L'opzione facile prevede l'imballaggio dei materiali in contenitori ermetici e la loro conservazione a basse temperature. Per le piante che non producono semi, i materiali vengono conservati come plantule in miniatura in tubi di vetro in laboratorio o come campioni di tessuto congelati a temperature ultra basse in azoto liquido. In entrambi i casi, i materiali possono rimanere inattivi per diversi decenni anche se devono essere controllati regolarmente per assicurarsi che non si stiano deteriorando.

Una banca genetica non è come una biblioteca. Non puoi prevedere come un seme si svilupperà,  se la pianta sarà in grado di affrontare malattie o determinati climi, né che sapore avrà il raccolto. Uno degli aspetti più importanti della banca genetica è conservare migliaia di campioni e documentare meticolosamente i loro tratti e le loro caratteristiche.

Il luogo più sicuro per la diversità delle colture è il deposito globale di sementi delle Svalbard in Norvegia. Qui, all'interno del circolo polare artico scavato in una montagna ghiacciata, al riparo da uragani, inondazioni, blackout elettrici e guerre, le banche genetiche del mondo stanno depositando campioni come riserva di sicurezza. Finora, sono stati immagazzinati oltre 500.000 campioni di semi.

 

Youth and united nations global alliance, The youthguide to biodiversity

 

 


Torna all'indice