Il ruolo dei trasporti nello sviluppo sostenibile

 

 

 

Il ruolo dei trasporti nello sviluppo sostenibile è stato riconosciuto per la prima volta al vertice della Terra delle Nazioni Unite del 1992 e rafforzato nel suo documento finale - Agenda 21.

Alla Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile del 2012 (Rio +20), i leader mondiali hanno riconosciuto all'unanimità che i trasporti e la mobilità sono fondamentali per lo sviluppo sostenibile. I trasporti sostenibili possono migliorare la crescita economica e migliorare l'accessibilità. I trasporti sostenibili migliorano l'equità sociale, la salute, la resilienza delle città, i collegamenti urbano-rurali e la produttività delle aree rurali.

Successivamente, il Segretario generale delle Nazioni Unite, nell'ambito della sua agenda d'azione quinquennale, ha identificato i trasporti come una componente importante dello sviluppo sostenibile. A tal fine, il segretario generale ha istituito e avviato nell'agosto 2014 un gruppo consultivo ad alto livello sui trasporti sostenibili (HLAG-ST), che include ogni tipo di trasporto. 

Nell'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, il trasporto sostenibile è integrato in numerosi obiettivi di sviluppo sostenibile e obiettivi, in particolare quelli relativi alla sicurezza alimentare, alla salute, all'energia, alla crescita economica, alle infrastrutture, alle città e agli insediamenti umani. L'importanza dei trasporti per l'azione per il clima è ulteriormente riconosciuta dall'UNFCCC - il settore dei trasporti svolgerà un ruolo particolarmente importante nel raggiungimento dell'Accordo di Parigi, dato che quasi un quarto delle emissioni globali di gas serra legate all'energia provengono dai trasporti e che si prevede che queste emissioni cresceranno sostanzialmente negli anni a venire.

 

 

MOBILITÀ PER UN FUTURO SOSTENIBILE

Il mondo intorno a noi si sta trasformando rapidamente, cambiando il modo in cui persone e merci viaggiano all'interno e attraverso città, regioni e paesi. Entro il 2030, il traffico passeggeri annuale supererà gli 80 trilioni di passeggeri-km, con un aumento del cinquanta percento; i volumi globali di merci cresceranno del 70%; e altri 1,2 miliardi di automobili saranno in viaggio per 2050, il doppio del totale di oggi. Le infrastrutture e i servizi di trasporto avranno un ruolo sempre maggiore nel soddisfare questa domanda aggiuntiva.

 

 

Trasporto passeggeri

 

Trasporto merci

 

La mobilità sarà modellata da tre fattori:

Demografia. Entro il 2030, ulteriori 1,2 miliardi di persone con una composizione socio-economica radicalmente cambiata avranno nuove richieste sulla mobilità.

Preferenze. Le persone aspirano a vivere in una società mobile in cui possono spostarsi facilmente da un luogo all'altro, viaggiare e trasferirsi secondo le necessità e avere un accesso rapido e semplice a una vasta gamma di beni e servizi. Allo stesso tempo stanno emergendo nuove opportunità che consentono anche il movimento "virtuale" di persone e merci. Esempi includono l'e-commerce, che consente ai consumatori di ordinare beni online e il telelavoro, che consente ai dipendenti di lavorare lontano dagli uffici tradizionali.

Tecnologia. La tecnologia digitale costituirà la spina dorsale della mobilità in futuro. Entro il 2020, il mondo avrà circa 26,3 miliardi di dispositivi e connessioni digitali: si stima che questo sarà più del triplo del numero di persone nel mondo. A quel punto, oltre il 60% del traffico mobile globale sarà nell'Asia del Pacifico, il Medio Oriente e Africa. Man mano che questa connettività si estende ai sistemi di trasporto, può portare a una mobilità più equa, efficiente e più sicura e offrire grandi opportunità ai paesi di rimodellare il modo in cui viaggiano persone, merci e servizi.

In molte aree urbane, l'uso degli smartphone ha catalizzato un allontanamento dalla proprietà del veicolo e verso la condivisione del veicolo, il passaggio dall’auto di proprietà al car sharing. Tuttavia, il trasporto di auto private rappresenta i tre quarti di tutta la mobilità dei passeggeri, rendendolo il mezzo di trasporto predominante.

Le comunità rurali sono particolarmente vulnerabili all'esclusione digitale e quindi non possono beneficiare delle numerose tecnologie digitali che semplificano il trasporto. Tuttavia, i potenziali vantaggi della digitalizzazione sono enormi e alcuni sono già in fase di realizzazione. Ad esempio, Alibaba, una società di marketplace online, collega i residenti rurali in Cina con i mercati globali, sia come venditori che come acquirenti, permettendo loro di trasportare i loro prodotti sui mercati globali e portare merci come fertilizzanti e semi alle loro porte.

 

Global mobility report 2017

 

 


Torna all'indice