E’ stato sviluppato un nuovo filtro al grafene per la cattura del carbonio

I ricercatori del Politecnico federale di Losanna (EPFL) hanno sviluppato un filtro di grafene che cattura l'anidride carbonica in maniera più efficiente delle tecnologie attuali e che permette di ridurre notevolmente i costi dell'operazione.

Uno dei principali responsabili del riscaldamento globale è la grande quantità di anidride carbonica pompata nell'atmosfera principalmente dalla combustione di combustibili fossili e dalla produzione di acciaio e cemento. 

In risposta, gli scienziati hanno provato un processo in grado di sequestrare l'anidride carbonica di scarto, trasportandola in un sito di stoccaggio e quindi depositandola in un luogo dove non può entrare nell'atmosfera

Il problema è che catturare il carbonio dalle centrali elettriche e dalle emissioni industriali non è molto conveniente. 

Il motivo principale è che l'anidride carbonica di scarto non viene emessa pura, ma viene miscelata con azoto e altri gas, e l'estrazione dalle emissioni industriali richiede un consumo di energia extra, il che significa una bolletta più costosa.

Gli scienziati hanno cercato di sviluppare un filtro per anidride carbonica efficiente dal punto di vista energetico. 

Denominata "membrana", questa tecnologia può estrarre l'anidride carbonica dalla miscela di gas, che può quindi essere immagazzinata o convertita in sostanze chimiche utili. 

"Tuttavia, le prestazioni degli attuali filtri per anidride carbonica sono state limitate dalle proprietà fondamentali dei materiali attualmente disponibili"

Il team di ricercatori ha sviluppato un filtro sottile di grafene, il "materiale meraviglioso" famoso in tutto il mondo che ha vinto il Nobel per la fisica nel 2010. Il filtro al grafene non è solo il più sottile al mondo, può anche separare l'anidride carbonica da una miscela di gas come quelli che escono dalle emissioni industriali e farlo con un'efficienza e una velocità che supera la maggior parte dei filtri attuali.

Nel grafene sono stati “praticati dei fori” delle dimensioni pari a quelle dell’anidride carbonica, che consentivano al biossido di carbonio di fluire attraverso il blocco. I gas di dimensione maggiore non possono superare il filtro. Il risultato è una prestazione di cattura del biossido di carbonio da record.

 

 

 

Shiqi Huang et al. , Millisecond lattice gasification for high-density CO2- and O2-sieving nanopores in single-layer grapheme, Science Advances , 2021, Vol. 7, no. 9, eabf0116, DOI: 10.1126/sciadv.abf0116 

EPFL, Graphene filter makes carbon capture more efficient and cheaper 

 

 

 

 

Scienza e Soluzioni Green

Spazio e Astronomia

Notizie