Il programma Hermes ebbe inizio il 15 novembre 1944 e terminò il 31 dicembre 1954

Il progetto Hermes era un programma di ricerca missilistica gestito dall'esercito degli Stati Uniti dal 15 novembre 1944 al 31 dicembre 1954 in risposta agli attacchi missilistici tedeschi in Europa durante la seconda guerra mondiale . 

#ProgrammaHermes, #IIguerramondiale, #15novembre

 

Il progetto ORDCIT

Nel maggio 1944 l'esercito stipulò un contratto con i laboratori aeronautici Guggenheim del California Institute of Technology per avviare il progetto ORDCIT per la ricerca, il test e lo sviluppo di missili guidati. 

L'obiettivo era aumentare progressivamente le dimensioni e la portata dei missili. Un motore a razzo GALCIT JATO è stato utilizzato per la ricerca sullo sviluppo di missili balistici. Il primo volo del razzo Private A ebbe luogo nel dicembre 1944, condotto a Camp Irwin in California.

Programma Hermes

Successivamente, il programma Hermes doveva originariamente avere tre fasi: la prima sarebbe stata una ricerca bibliografica; la seconda un gruppo di ricerca sarebbe stato inviato in Europa per indagare sui missili tedeschi; e la terza avrebbe progettato e sviluppato i propri sistemi sperimentali.

Il programma Hermes ebbe inizio il 15 novembre 1944 e terminò il 31 dicembre 1954 ed aveva lo scopo di rispondere agli attacchi missilistici tedeschi in Europa durante la seconda guerra mondiale. 

 Nel dicembre 1944, il programma Hermes fu incaricato di studiare il razzo tedesco V-2 . 

Il mandato del progetto necessitava di un'ampia area in cui i missili potessero essere testati in sicurezza. L'esercito si trasferì per creare i White Sands Proving Grounds nel New Mexico centro-meridionale come luogo per testare i nuovi missili. 

Quando l'esercito degli Stati Uniti catturò gli ingegneri di Peenemünde , incluso Wernher von Braun , il dottor Richard W. Porter del Progetto Hermes era subito dietro. In seguito alla cattura da parte delle forze americane della fabbrica Mittelwerk V-2, la missione speciale V-2 fece irruzione e raccolse abbastanza componenti per assemblare 100 V-2. I componenti furono rapidamente trasferiti nel New Mexico.  Trecento vagoni ferroviari di parti di V-2 e documentazione arrivarono al White Sands Proving Grounds e il personale della General Electric iniziò il compito di inventariare i componenti. 

 

 

Bullard, John W. "History of the Redstone Missile System" , 1965