L'aumento del livello dell'acqua è dovuto principalmente a una combinazione di acqua di disgelo dei ghiacciai e delle calotte glaciali e all'espansione termica dell'acqua di mare durante il riscaldamento

 

Il livello medio globale del mare è aumentato di circa 21-24 centimetri dal 1880, di cui circa un terzo negli ultimi due decenni e mezzo. L'aumento del livello dell'acqua è dovuto principalmente a una combinazione di acqua di disgelo dei ghiacciai e delle calotte glaciali e all'espansione termica dell'acqua di mare durante il riscaldamento.

Le temperature oceaniche sono in aumento provocando un’espansione delle acque. Quando le calotte di ghiaccio e i ghiacciai si sciolgono, aggiungono più acqua agli oceani.

Strumenti sempre più sofisticati, dispiegati attraverso gli oceani, sul ghiaccio polare e in orbita, rivelano i cambiamenti significativi tra i fattori di interconnessione globale che stanno spingendo i livelli del mare più in alto.

I valori sono indicati come variazione del livello del mare in millimetri rispetto alla media 1993-2008. (fonte NOAA) Clicca sull'immagine per ingrandire

 Entro la fine del secolo, è probabile che il livello medio globale del mare salga di almeno 0,3 metri sopra i livelli del 2000, anche se le emissioni di gas serra seguiranno un percorso relativamente basso nei prossimi decenni.

In alcuni bacini oceanici, il livello del mare è aumentato di 15-20 centimetri dall'inizio del record satellitare. Esistono differenze regionali a causa della variabilità naturale nella forza dei venti e delle correnti oceaniche.

 

Tra il 1993 e il 2018, il livello medio del mare è aumentato nella maggior parte degli oceani del mondo (colori blu). In alcuni bacini oceanici, il livello del mare è aumentato di 15-20 centimetri. Clicca sull'immagine per ingrandire.

La tendenza media globale dell'innalzamento del livello del mare maschera la tendenza regionale.

Gli effetti regionali fanno sì che il livello del mare aumenti in alcune parti del pianeta, diminuisca su altri e persino rimanga relativamente inalterato in alcuni punti.

L'espansione termica dell'acqua di mare può essere causata da fenomeni regionali, come El Niño, il riscaldamento periodico del Pacifico tropicale orientale. Ma alcuni di questi cicli regionali non mostrano alcun legame diretto con i cambiamenti climatici globali a lungo termine, nonostante, a volte, esercitino indipendentemente una potente influenza a breve termine sul clima globale.

Mentre la Groenlandia, l'Antartide e la maggior parte dei ghiacciai del mondo si stanno sciogliendo, occorre fare una distinzione tra lo scarico glaciale negli oceani, un tipo più permanente di perdita di ghiaccio e le variazioni della precipitazione e dell'evaporazione che alimentano i ghiacciai e le calotte glaciali, che fluttuare sulla scala dei decenni.

Perché il livello del mare è importante

Negli Stati Uniti,  quasi il 40% della popolazione vive in aree costiere a densità di popolazione relativamente alta, dove il livello del mare gioca un ruolo nelle inondazioni, nell'erosione del litorale e nei pericoli delle tempeste. A livello globale, 8 delle 10 città più grandi del mondo si trovano vicino a una costa.

Negli ambienti urbani lungo le coste di tutto il mondo, l'innalzamento del mare minaccia le infrastrutture necessarie per i lavori locali e le industrie regionali. Strade, ponti, metropolitane, rifornimenti idrici, pozzi di petrolio e gas, centrali elettriche, impianti di trattamento delle acque reflue, discariche - l'elenco è praticamente infinito - sono tutti a rischio a causa dell'innalzamento del livello del mare. 

Livelli d'acqua di fondo più elevati significano che le mareggiate sono più distruttive, come quelle associate all'uragano Katrina, alla "super tempesta" Sandy e all'uragano Michael, in quanto si spingono più all'interno. Un livello del mare più alto significa anche inondazioni più frequenti a causa dell’alta marea. 

Nel mondo naturale, l'innalzamento del livello del mare crea stress sugli ecosistemi costieri che forniscono attività ricreative, protezione dalle tempeste e habitat per pesci e fauna selvatica, comprese le attività di pesca di valore commerciale. Con l'innalzamento dei mari, l'acqua salata sta contaminando anche le falde acquifere d'acqua dolce , molte delle quali sostengono le risorse idriche comunali e agricole e gli ecosistemi naturali.

Cosa sta causando l'innalzamento del livello del mare?

Il riscaldamento globale sta causando l'innalzamento del livello medio globale del mare in due modi. 

In primo luogo, i ghiacciai e le calotte glaciali di tutto il mondo si stanno sciogliendo e aggiungono acqua all'oceano. 

In secondo luogo, il volume dell'oceano si espande man mano che l'acqua si riscalda. 

Un terzo, molto minore, fattore che contribuisce all'innalzamento del livello del mare è un calo della quantità di acqua liquida sulla terra: falde acquifere, laghi e bacini artificiali, fiumi, umidità del suolo. Questo spostamento di acqua liquida dalla terra all'oceano è in gran parte dovuto al pompaggio delle acque sotterranee.

Futuro aumento del livello del mare

Mentre le temperature globali continuano a riscaldarsi, il livello del mare continuerà a salire. 

Quanto aumenterà dipende principalmente dal tasso delle future emissioni di anidride carbonica e dal futuro riscaldamento globale. La velocità con cui salirà dipende principalmente dalla velocità di scioglimento del ghiacciaio e della calotta glaciale.

Il ritmo dell'innalzamento del livello del mare ha subito un'accelerazione a partire dagli anni '90, in coincidenza con l'accelerazione dello scioglimento dei ghiacciai e delle calotte glaciali. Tuttavia, non è chiaro se tale accelerazione continuerà, determinando un aumento sempre più rapido del livello del mare, o se le dinamiche interne dei ghiacciai e delle calotte glaciali (per non parlare della variabilità climatica naturale) porteranno a "impulsi" di fusione accelerata interrotti da rallentamenti.

Sui percorsi futuri con le più alte emissioni di gas serra, l'innalzamento del livello del mare potrebbe raggiungere i 2,5 metri sopra i livelli del 2000 entro il 2100.

Scenari futuri possibili. Livello del mare osservato dagli indicatori di marea (grigio scuro) e dai satelliti (grigio chiaro) dal 1800-2015, con il livello del mare futuro fino al 2100 in sei possibili scenari futuri (linee colorate). Gli scenari differiscono in base ai potenziali tassi futuri di emissioni di gas serra e alle differenze nei tassi plausibili di perdita di ghiacciai e calotte glaciali. Clicca sull’immagine per ingrandire.

Lo scenario peggiore più alto - che è estremamente improbabile, ma non può essere escluso - è in gran parte dovuto a nuove osservazioni e modelli sulla perdita di ghiaccio dall'Antartide e dalla Groenlandia.

 

Jerry Silver, Global Warming And Climate Change Demystified, 2008

Climate Change: Global Sea Level, NOAA