Lo sviluppo del missile Redstone venne principalmente eseguito presso il Redstone Arsenal di Huntsville in Alabama 

Lo sviluppo del missile Redstone venne principalmente eseguito presso il Redstone Arsenal di Huntsville in Alabama con la stretta collaborazione di tecnici tedeschi diretti da Walter Dornberger e Wernher von Braun.

 

All'inizio del 1950, la squadra missilistica tedesca di Fort Bliss iniziò il suo trasferimento a Huntsville, in Alabama, dove le fabbriche di munizioni in tempo di guerra sarebbero state trasformate in un nuovo centro per lo sviluppo e la produzione di missili balistici a lungo raggio. Un progetto chiamato Hermes-C1, precedentemente in lento sviluppo presso la General Electric, è stato riassegnato alla nuova base del Redstone Arsenal.

L'intenzione era che il nuovo missile, in seguito noto semplicemente come Redstone e, fosse in grado di lanciare una testata nucleare per oltre 320 km. Gli americani avevano effettivamente riprogettato il V-2 con una serie di miglioramenti, alcuni dei quali erano già stati suggeriti per la prima volta a Peenemünde. Entro la metà del 1953, i primi Redstone furono lanciati da un campo di prova poco noto a Cape Canaveral, in Florida.

In una fredda mattina del marzo 1952, il generale Merle H. Davis è apparso davanti a una sottocommissione del Congresso che stava cercando informazioni sui missili guidati sviluppati dall'esercito. 

Army Ordnance aveva raggiunto la fase di produzione su due missili dell'esercito.

Questa fu una notizia incoraggiante per il popolo di una nazione che ha vividamente ricordato l'avvento del razzo di Hitler contro l'Inghilterra e il Belgio nel 1944 e nel 1945. È stato anche incoraggiante per le squadre di intelligence tecnica dell'Ordnance dell'esercito che attraversarono la Germania sulla scia dell'esercito americano durante le fasi finali della seconda guerra mondiale alla ricerca dei devastanti razzi supersonici V-2.

La loro scoperta delle stazioni di prova, delle grandi linee di produzione sotterranee e il trasferimento di scienziati e razzi negli Stati Uniti aiutò notevolmente l'esercito nello sviluppo dei missili guidati a cui si riferiva Davis.

"Abbiamo raggiunto la fase in cui siamo pronti non solo a produrli per lanci più estesi, ma stiamo effettivamente organizzando unità per utilizzare questi missili", ha continuato Davis.

Ciò a cui si riferiva il generale era di gran lunga più importante di un semplice razzo supersonico come quello lanciato dai tedeschi nel 1944. Parlò di missili guidati, razzi che potevano essere guidati in volo verso le loro destinazioni.

Una volta lanciato, la traiettoria di volo del V-2 non poteva essere controllata o modificata con mezzi esterni.

Davis sottolineò che l'intera storia del V-2 arrivò negli Stati Uniti, inclusi scienziati tedeschi con le loro famiglie, razzi, tutto ciò che sembrava far parte di un razzo incluso numerosi documenti.

Tutto questo doveva essere fatto in pochi giorni a fronte dell'avanzata russa verso i laboratori missilistici di Hitler.

120 scienziati e 100 razzi V-2 siano stati evacuati dall'esercito negli Stati Uniti e 11 mesi dopo è stato possibile avere i primi risultati. Il 16 aprile 1946, il primo razzo V-2 fu lanciato dagli americani sopra il deserto del New Mexico.

"Da allora, abbiamo fatto enormi passi avanti in questo nuovissimo campo della tecnologia militare americana".

Lo sviluppo di questo tipo di missile venne principalmente eseguito presso il Redstone Arsenal di Huntsville in Alabama con la stretta collaborazione di tecnici tedeschi diretti da Walter Dornberger e Wernher von Braun.

Questi missili vennero posizionati in Germania ed in Turchia (da dove furono ritirati dopo la crisi di Cuba). Il primo lancio del missile venne eseguito il 20 agosto 1953. Fino al suo ultimo lancio, eseguito il 30 novembre 1965, vennero eseguiti un totale di 56 lanci di cui 28 non riuscirono.

In Alabama, il team di Von Braun completò la progettazione del missile con portata di 400 km  nel 1952. Il Redstone combinava la collaudata tecnologia V-2 con alcuni nuovi concetti (navigazione inerziale, testata separabile). 

Il primo lancio di prova avvenne nell'agosto 1953, il primo missile di produzione Chrysler volò nel luglio 1956 e Redstone divenne operativo con le unità dell'esercito americano in Germania nel giugno 1958.

I missili Redstone furono usati per testare la tecnologia per il programma Jupiter IRBM di von Braun, designato Jupiter A e Jupiter C. 

Jupiter-C. Il razzo Jupiter-C fu un vettore studiato per missioni scientifiche usato per tre voli sub-orbitali nel biennio 1956 - 1957

Redstone giocò un ruolo fondamentale nella corsa allo spazio. Le varianti

La variante Redstone per test di rientro in atmosfera di missili intercontinentali venne denominata Jupiter-C. Era composta dal razzo Redstone assemblato con due ulteriori stadi alimentati da combustibile solido e montati in cima al razzo Redstone. Tra il 1956 ed il 1957 vennero lanciati tre di questi razzi.

La variante Redstone per il lancio del primo satellite artificiale americano in orbita intorno alla Terra venne denominata Juno I.

Il razzo vettore Redstone Mercury era dotato solamente di uno stadio di propulsione; fu usato durante il programma Mercury per il lancio in volo suborbitale delle prime due capsule con equipaggio umano.

Inoltre esisté pure la Redstone Sparta. Venne utilizzata nel 1966 per pochi voli di collaudo suborbitali lanciati da Woomera e per il lancio del primo satellite artificiale australiano in orbita intorno alla Terra: il Wresat.

 

Redstone Arsenal (RSA)

 Il Redstone Arsenal è una postazione dell'esercito degli Stati Uniti  adiacente a Huntsville nella contea di Madison, Alabama , Stati Uniti.

Istituito durante la seconda guerra mondiale come impianto di produzione di prodotti chimici, nell'immediato dopoguerra l'Arsenale fu utilizzato per la ricerca e lo sviluppo di razzi armati da parte di scienziati tedeschi che furono portati negli Stati Uniti come parte dell'operazione Paperclip. Il team lavorò sui missili balistici , a partire dai derivati ​​del razzo V-2 , prima di passare a una serie di progetti sempre più grandi. Molti dei loro test sono stati effettuati al White Sands Missile Range e i voli tra le due località erano comuni. 

Il 1 ° giugno 1949, il capo degli ordigni dell'esercito designò il Redstone Arsenal come Ordnance Rocket Center, la sua struttura per la ricerca e lo sviluppo di razzi di ordigni. Nell'aprile 1950, l'operazione di sviluppo missilistico Fort Bliss (dove lavoravano 130 dipendenti tedeschi a contratto, 120 dipendenti del servizio civile e 500 militari) fu trasferita all'arsenale di Redstone. Questo divenne l'Ordnance Guided Missile Center (OGMC), con il Magg. James Hamill come comandante ad interim e von Braun come direttore tecnico. Un progetto iniziale era il missile tattico Major.

Allo scoppio della guerra di Corea nel giugno 1950, l'OGMC ricevette la missione di sviluppare un missile balistico superficie-superficie con una portata obiettivo di 800 km. A partire da un missile Major aggiornato, il design ha subito una serie di miglioramenti e alla fine è diventato il PGM-11 con il famoso razzo Redstone . 

Gli Ordnance Missile Laboratories (OML) furono costituiti nel 1952 per coordinare la ricerca e lo sviluppo all'interno dell'OGMC. Holger Toftoy, che aveva originariamente reclutato von Braun e la sua squadra di specialisti missilistici, fu assegnato a Huntsville e promosso generale di brigata come direttore dell'OML. I test antincendio statici di Redstone iniziarono nella primavera del 1953, seguiti dal primo lancio a Cape Canaveral il 20 agosto 1953. 

Oltre allo sviluppo del razzo Redstone, l'OML aveva molti altri programmi di ricerca e sviluppo.  I progetti Surface-to-Air includevano la Nike B (in seguito chiamata Nike Hercules ), Hawk e altri. I progetti superficie-superficie erano l' Honest John , Little John , Lacrosse e Corporal Type III; il corporale di tipo III a propellente liquido fu presto cancellato e iniziò il solido progetto Sergeant alimentato da Thiokol . Il Jet Propulsion Laboratory (JPL) presso il California Institute of Technology era un'operazione di ricerca dell'esercito a quel tempo, poiché la NASA non esisteva in quel momento.

In una riunione del 1954 del Comitato per i voli spaziali dell'American Rocket Society , von Braun propose di mettere in orbita un satellite usando il Redstone con in cima ammassi di piccoli razzi a combustibile solido .  La proposta, Project Orbiter , fu respinta nel 1955.

L' Agenzia per i missili balistici dell'esercito (ABMA) venne costituita il 1 ° febbraio 1956, rilevando dal Redstone Arsenal le strutture e il personale dell'OGMCVon Braun era il Direttore della Divisione Operazioni di Sviluppo dell'ABMA. 

La missione principale dell'ABMA era sviluppare e mettere in campo il primo missile balistico a raggio intermedio dell'esercito, lo Jupiter . Nell'agosto 1958, il sistema fu consegnato all'Air Force per il dispiegamento anticipato all'estero. Jupiter in seguito si dimostrò un'importante merce di scambio nella crisi dei missili cubani. 

Nell'ambito dell'Anno geofisico internazionale 1957-1958 , sia gli Stati Uniti che l' Unione Sovietica hanno proposto di lanciare un satellite scientifico. Sebbene von Braun avesse proposto nel 1954 che l'OML potesse posizionare un satellite in orbita terrestre, il Naval Research Laboratory , utilizzando il suo razzo Vanguard, ricevette questo incarico.

Il 4 ottobre 1957, l'URSS lanciò lo Sputnik I , il primo satellite terrestre. Un secondo Sputnik è stato lanciato un mese dopo. Il 6 dicembre 1957, un primo tentativo di lanciare un Vanguard che trasportava satelliti fallì. Toftoy, Medaris e von Braun hanno immediatamente chiesto l'opportunità di mostrare cosa poteva fare la "squadra spaziale" dell'esercito. Il via libera fu dato e il 31 gennaio 1958, il primo satellite americano, Explorer I , fu messo in orbita usando un veicolo di lancio Jupiter modificato (un sistema a quattro stadi chiamato Juno I ). 

Nel 1958, 20.000 lavoratori civili, militari e appaltatori erano impiegati all'interno dell'arsenale di Redstone. 

Sei mesi dopo l' Explorer I , il 29 luglio 1958 il presidente Dwight Eisenhower creò la National Aeronautics and Space Administration (NASA).

Il 21 ottobre 1959 approvò il trasferimento di tutte le attività spaziali dell'esercito alla NASA. Von Braun è stato il primo responsabile del George C. Marshall Space Flight Center della NASA ( MSFC)

 

 

Army’s New Missiles Now Rolling Off Assembly Line, Wind and Sand V3 Issue 49, 26 febbraio 1953