Il 3 maggio1949 gli Stati Uniti lanciarono il primo razzo Viking

Nascono i razzi Viking in quanto gli Stati Uniti vogliono rendersi indipendenti nel campo dei missili e sostituire i razzi V-2. Il 3 maggio 1949 venne lanciato il Viking 1

#viking

 

Lo sviluppo del missile Redstone venne principalmente eseguito presso il Redstone Arsenal di Huntsville in Alabama con la stretta collaborazione di tecnici tedeschi diretti da Walter Dornberger e Wernher von Braun.

Altrove negli Stati Uniti, anche altri gruppi stavano sviluppando nuove applicazioni della tecnologia missilistica. Il Jet Propulsion Laboratory (UPL), parte del California Institute of Technology, stava lavorando su missili tattici a corto raggio, spesso alimentati da propellenti solidi molto più energici della polvere nera.

La Marina stava sviluppando una serie di razzi di ricerca chiamati Viking, in grado di trasportare telecamere e carichi sperimentali in alto nell'atmosfera.

Le origini del razzo Viking

Dopo la seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti sperimentarono i razzi tedeschi V-2 catturati come parte del programma Hermes. Sulla base di questi esperimenti, il 21 agosto 1946 gli Stati Uniti fecero un contratto con la Glenn L. Martin Company per una serie di dieci grandi razzi a combustibile liquido. L'intento era quello di fornire una capacità statunitense indipendente nel campo dei missili, di continuare il programma Hermes dopo che i V-2 furono esauriti e di fornire un veicolo più adatto alla ricerca scientifica

Originariamente soprannominato "Neptune", fu ribattezzato "Viking" nel 1947 per evitare confusione con il Lockheed P-2 Neptune (aereo da pattugliamento marittimo). 

 Il Viking era il grande razzo a propellente liquido più avanzato sviluppato negli Stati Uniti all'epoca. 

Il Viking era grande circa la metà, in termini di massa e potenza, del V-2 . Entrambi erano razzi a guida attiva, alimentati con lo stesso propellente (alcol etilico e ossigeno liquido).

Complessivamente ne furono costruiti 14, con gli ultimi 2 assegnati ai test nel programma Vanguard Earth-satellite.

Il Viking 1 fu lanciato da White Sands il 3 maggio 1949; il 12°, l'ultimo dei razzi sonda, lasciò la sua rampa di lancio il 4 febbraio 1955.

 

I primi lanci del Viking

Il 3 maggio 1949, dopo due lanci statici (11 marzo e 25 aprile), il primo razzo Viking decollò da White Sands Missile Range nel New Mexico. Il razzo raggiunse un'altitudine di 82 km.

Dal giornale Worker, 12 settembre 1949. “La Marina degli Stati Uniti ha sviluppato un nuovo razzo di ricerca che gli scienziati sperano raggiunga una velocità di 5800 miglia orarie e un'altitudine di 200 miglia. Conosciuto come Martin Viking Research Rocket, il nuovo missile è progettato per esplorare altitudini finora chiuse alla ricerca scientifica sui raggi cosmici e le composizioni atmosferiche. Se il razzo potesse mantenere la sua velocità massima abbastanza a lungo, raggiungerebbe la luna in 41 ore e mezza.

Il  Viking 2, lanciato quattro mesi dopo, soffrì anche di uno spegnimento prematuro del motore e raggiunse solo 53 km. 

Due lanci particolarmente interessanti furono il Viking 4 (11 maggio 1950), che fu lanciato dal ponte della USS Norton Sound nel Pacifico (Project Reach) e il Viking 8 (6 giugno 1952), che si staccò dai suoi ormeggi durante un presunto fuoco di prova statico il 6 giugno 1952. Atterrò nel deserto a 8 km (5 miglia) di distanza.

La prima generazione di Viking raggiunse l'apice delle prestazioni con il volo del Viking 7. Lanciato il 7 agosto 1951 da White Sands, il razzo stabilì un nuovo record mondiale di altitudine di 136 miglia (219 km).

Con la serie Viking si iniziò ad analizzare ll'alta atmosfera e oltre - 254,3 km per il Viking 11 il 24 maggio 1954.

Ad esempio il Viking 5, lanciato il 21 novembre 1950, trasportava una vasta gamma di tubi fotomoltiplicatori , camere di ionizzazione e contatori Geiger, per il rilevamento di radiazioni attraverso un'ampia varietà di energie e tipi. Il razzo trasportava anche due cineprese per riprendere filmati ad alta quota della Terra fino alla sua altezza massima di 174 km.

Scattarono anche impressionanti fotografie ad alta quota della Terra. Ma il Viking era troppo costoso e richiedeva troppo personale di terra e strutture per realizzare un razzo dal suono pratico. I contributi più significativi del programma Viking sono stati nella tecnologia. Il Viking ha aperto la strada al motore cardanico e ha aperto la strada al programma Vanguard con il suo propulsore di primo stadio.

La seconda generazione dei missili Viking

Nella tarda primavera del 1952, il team del Naval Research Laboratory sotto la direzione di Milton Rosen si preparò a lanciare il primo Viking di seconda generazione, il Viking 8, dal White Sands Missile Range nel New Mexico . Il nuovo design Viking era largo quasi la metà del suo predecessore, offrendo il più alto rapporto carburante/peso di qualsiasi razzo mai sviluppato.

L'ultimo volo Viking fu quello del Viking 12, lanciato il 4 febbraio 1955. Raggiungendo un'altitudine di 143,5 miglia (230,9 km), la fotocamera K-25 del razzo scattò un'immagine a infrarossi degli Stati Uniti sudoccidentali, dalla costa del Pacifico a Phoenix, appena dopo aver raggiunto il suo apogeo . 

Viking 12 foto a infrarossi della Terra scattata il 4 febbraio 1955

La serie Viking ha restituito una miniera di informazioni scientifiche misurando temperatura, pressione, densità, composizione e venti nell'alta atmosfera, ecc. 

Nell'ottobre 1952, l'Assemblea Generale del Consiglio Internazionale delle Unioni Scientifiche (ICSU) adottò una proposta per effettuare osservazioni simultanee di fenomeni geofisici sull'intera superficie della Terra. L' Anno Geofisico Internazionale (IGY), fissato per il 1957-58, venne indetto  per coordinare su scala mondiale un insieme di ricerche volte a una maggiore conoscenza delle proprietà fisiche della Terra e delle interazioni tra il Sole e il nostro pianeta.  

Nel gennaio 1955, Radio Mosca annunciò che l'Unione Sovietica avrebbe potuto lanciare un satellite nel prossimo futuro. Questo annuncio galvanizzò gli sforzi spaziali americani

 

Wind and Sand, 25 maggio 1950

 

 

 

 

 

 

 

 

Pin It