I russi battono gli Stati Uniti nella corsa al primo film girato nello spazio

L'elenco dei "primi" in orbita sotto il programma spaziale sovietico è leggendario: primo satellite, primo cane, primo uomo, prima donna ed ora primo lungometraggio girato nella ISS.

#Cinema, #spazio, #StazioneSpazialeInternazionale

Yulia Peresild, così come il regista Klim Shipenko, hanno girato il primo lungometraggio ​​nella Stazione Spaziale Internazionale. Il film, intitolato "The Challenge", racconta la storia di un medico che cerca di raggiungere l'orbita per salvare la vita di un cosmonauta che ha bisogno di cure di emergenza.

La corsa allo spazio sembra destinata ad avere un nuovo rilancio dopo che la Russia ha girato delle scene  sulla Stazione Spaziale Internazionale  con l'ambizione di realizzare il primo lungometraggio nello spazio.

L'arrivo dell'attore Yulia Peresild, 37 anni, e del regista Klim Shipenko, 38 anni, alla ISS sembra destinato a battere un progetto hollywoodiano annunciato nel 2020 da Tom Cruise , Nasa e SpaceX di Elon Musk.

Benvenuto sulla ISS!” ha detto l'agenzia spaziale russa, Roscosmos, su Twitter, prima di twittare le immagini di Peresild e altri che entrano nella stazione per una missione di 12 giorni per filmare scene per un film chiamato The Challenge.

Roscosmos ha detto che la trama del film, che è stata per lo più tenuta nascosta insieme al suo budget, è incentrata su una chirurgo donna che viene inviata sulla ISS per salvare un cosmonauta.

Alla conferenza stampa post-volo della troupe, tenutasi il 19 ottobre 2021, il regista Klim Shipenko ha affermato che il lavoro sul film sulla Terra continuerà fino alla fine del 2022 e che nello spazio sono state girate più di 30 ore di materiale di lavoro per il futuro film.

 

Il ritorno della corsa allo spazio?

Il capo dell'agenzia spaziale statunitense nel 2020 aveva rivelato che Tom Cruise era in trattative con la Nasa per lavorare a un film girato nello spazio.

L’iniziativa del cinema rosso ha dato un nuovo slancio in una corsa allo spazio globale che vedeva la Russia in difficoltà rispetto alla dura concorrenza di iniziative più innovative e con risorse adeguate degli Stati Uniti e della Cina. L'iniziativa è stata lodata dal Cremlino.

"Lo spazio è il luogo in cui siamo diventati pionieri, dove, nonostante tutto, manteniamo una posizione abbastanza fiduciosa", ha affermato un portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

I media mondiali hanno discusso attivamente del ritorno della spedizione cinematografica, osservando che "questa missione ha anche aggiunto un altro eccellente record spaziale russo negli Stati Uniti, davanti a Hollywood in orbita".  

Anche il lancio della navicella spaziale Soyuz MS-19 il 5 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur è diventato uno degli argomenti principali dei media mondiali. Così il Financial Times ha messo in prima pagina una foto di astronauti con la didascalia: "Mission Possible!". I giornalisti del Guardian hanno ricordato ai lettori che questa è tutt'altro che l'unica vittoria per i russi nello spazio: “L'elenco di ciò che l'URSS stava conducendo nello spazio è leggendario: il primo satellite, il primo cane, il primo cosmonauta, la prima donna. E sembra che alla lista si aggiungerà una nuova linea: la Russia ha inviato un'attrice e regista sulla ISS per girare in orbita il primo lungometraggio e ha nuovamente superato gli americani. “

Questo non è solo il primo cinema in orbita, ma fa parte di un progetto scientifico ed educativo congiunto di Channel One, la società statale Roscosmos e gli studi Yellow, Black, White. Il progetto diventerà una chiara dimostrazione del fatto che i voli spaziali stanno gradualmente diventando disponibili non solo per i professionisti, ma anche per una gamma sempre più ampia di persone. 

 “Se inizi a chiedere ai nostri compatrioti sotto i 30 anni, indipendentemente dalla professione e dal sesso, si scopre che la maggior parte di loro ha sempre desiderato, e molti vogliono ancora entrare nell'orbita terrestre bassa. Ho sempre sognato, se non di andare nello spazio, aiutare qualcuno a farlo.  ",  ha affermato  Konstantin Ernst, direttore generale di Channel One. 

 

Nota. Le affermazioni sul "primo film nello spazio" sono dubbie poiché altri film sono stati girati nello spazio in precedenza, come il film narrativo di fantasia Return from Orbit (alcune scene girate nello spazio) e il cortometraggio narrativo di fantasia Apogee of Fear (completamente girato nello spazio). Anche i documentari che sono stati distribuiti nelle sale cinematografiche, come For All Mankind o A Beautiful Planet sono stati girati nello spazio.

 

Вызов. Первые в космосе

The guardian

 



Continua a leggere


Il film Flash Gordon (Spaceship to the Unknown) è un film del 1936 di 97 minuti, condensato dei 13 episodi  del serial cinematografico Flash Gordon, dello stesso anno, per la regia di Frederick Stephani e con Buster Crabbe.

Il film e la serie cinematografica di Flash Gordon


La società che co-produce il prossimo film spaziale di Tom Cruise ha svelato i piani per uno studio di produzione cinematografica e un'arena sportiva a gravità zero.

Il primo Studio cinematografico nello spazio è previsto per il 2024