La Space Entertainment Enterprise ha annunciato uno studio di produzione nello spazio

La società che co-produce il prossimo film spaziale di Tom Cruise ha svelato i piani per uno studio di produzione cinematografica e un'arena sportiva a gravità zero.

#Cinema, #spazio, #TomCruise

 

Axiom Space si occuperà della costruzione di SEE-1. Il modulo atterrerà al braccio commerciale di Axiom, chiamato Axiom Station (nella foto), che ospiterà anche altre iniziative commerciali, incluso il turismo spaziale. 

Space Entertainment Enterprise (SEE) ha dichiarato che la data di completamento prevista è dicembre 2024 per il modulo, denominato SEE-1, che attraccherà sulla stazione Axiom , l'ala commerciale della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Il Segmento Axiom è stato progettato per le attività spaziali commerciali e per il turismo spaziale.

Alla Stazione Spaziale Internazionale si collegherà un complesso di almeno tre moduli pressurizzati Axiom e un'ampia finestra di osservazione.  Il primo modulo potrebbe essere lanciato entro il 2024.

Il sito ospiterà film, televisione, musica ed eventi sportivi, anche se la capacità di pubblico in loco deve ancora essere determinata. Inoltre sarà a disposizione per i creatori di contenuti che desiderano sviluppare, produrre, registrare, trasmettere e trasmettere in streaming a 250 miglia sopra la Terra.

La stazione Axiom si separerà quindi dalla ISS nel 2028. 

Axiom intende inviare Tom Cruise e il regista Doug Liman alla Stazione Spaziale Internazionale per girare quello che ora sarà il secondo film ad essere girato nello spazio.

Cruise aveva pianificato di partire nell'ottobre 2021, ma il viaggio è stato rimandato di alcuni mesi per motivi legati al budget di 200 milioni di dollari. Nel frattempo, una troupe cinematografica russa è volata con successo sulla ISS all'inizio di ottobre 2021 per le riprese di 12 giorni di The Challenge.

Il film di Cruise non è attualmente in fase di sviluppo attivo. È stato riferito che sarà diretto da Doug Liman, che ha anche diretto la star d'azione in Edge of Tomorrow e American Made. Anche la NASA e SpaceX di Elon Musk sono coinvolti nella produzione.

Sebbene i documentari con filmati girati dagli astronauti siano ormai comuni – e le trasmissioni televisive globali in diretta hanno fatto un gigantesco balzo in avanti con gli sbarchi sulla Luna dell'Apollo – solo modesti tentativi sono stati fatti per filmare la finzione oltre l'ultima frontiera.

Nonostante i film ambientati nello spazio siano un punto fermo del settore, le barriere logistiche e finanziarie hanno fatto sì che il lavoro pesante fosse svolto dalle squadre creative e squadre di effetti speciali.

Un cortometraggio di sette minuti intitolato Apogee of Fear è stato realizzato nel 2008 dal turista spaziale Richard Garriott, con il debutto come attore di vari astronauti sconcertati. Anche alcune scene del film sovietico del 1984 Return from Orbit sono state girate nello spazio.

I recenti tentativi di ricreare la gravità zero – e la claustrofobia – dello spazio hanno dato i suoi frutti ai registi tradizionali. Anni di ricerca e impegno e innovazioni da un milione di dollari erano alla base della verosimiglianza dell'assenza di gravità di Sandra Bullock e George Clooney - e delle cadute libere tra le orbite - nel film Gravity di Alfonso Cuarón del 2013 .

 

 

The Guardian

 

 



Continua a leggere


Il film Flash Gordon (Spaceship to the Unknown) è un film del 1936 di 97 minuti, condensato dei 13 episodi  del serial cinematografico Flash Gordon, dello stesso anno, per la regia di Frederick Stephani e con Buster Crabbe.

Il film e la serie cinematografica di Flash Gordon


Da sempre gli esseri umani sognano l'esplorazione dello spazio, ma i crescenti interessi commerciali e geopolitici stanno influenzando sempre più questa frontiera.

Lo spazio, la vecchia nuova frontiera