Nel 1936 negli Stati Uniti esce il film che condensa i 13 telefilm di Flash Gordon usciti nel 1934

Il film e la serie cinematografica di Flash Gordon

Il film Flash Gordon (Spaceship to the Unknown) è un film del 1936 di 97 minuti, condensato dei 13 episodi  del serial cinematografico Flash Gordon, dello stesso anno, per la regia di Frederick Stephani e con Buster Crabbe.

Il film è ispirato all'omonimo personaggio dei fumetti fantascientifici ideato nel 1934 da Alex Raymond.

I fumetti di Flash Gordon

I fumetti di Flash Gordon 

I fumetti

Nel 1933 la King Features, al fine di contrastare il successo della serie a fumetti di fantascienza di Buck Rogers, indice un concorso interno tra i propri collaboratori che venne vinto da Raymond proponendo il personaggio di Flash Gordon.

Flash Gordon è un personaggio dei fumetti, protagonista dell’omonima striscia a fumetti di fantascienza, ideata da Alex Raymond e pubblicata per la prima volta il 7 gennaio 1934. Stampato a colori sulle tavole dei supplementi domenicali dei quotidiani, si distinse subito per i suoi disegni, che diventarono sempre più elaborati e realistici col passare del tempo. Dal fumetto sono state tratte numerose opere cinematografiche e televisive.

Il fumetto narra le avventure di Flash Gordon e dei suoi amici, il dottor Zarkov e la bella Dale Arden. La storia inizia quando un misterioso pianeta (Mongo) sembra dirigersi verso la Terra in rotta di collisione. Il dottor Zarkov costruisce un’astronave con la quale pensa di deviare la traiettoria del pianeta, presumibilmente urtandolo, e costringe Gordon e Dale, atterrati fortunosamente nelle vicinanze del suo laboratorio, a seguirlo. I tre intraprendono il viaggio che così li porta su Mongo, che per quasi dieci anni sarà il teatro delle loro avventure.

Locandina del film Flash Gordon

Locandina del film Flash Gordon

Il film e la serie televisiva

Un misterioso mondo proveniente dall’universo è in rotta di collisione con la Terra, minacciando di distruggerla e provocando caos e rivolte in tutto il globo. Il campione di polo Flash Gordon e Dale Arden dopo essersi paracadutati dall’aereo in cui erano a bordo, distrutto da dei meteoriti, salgono a bordo del razzo progettato dal Dr. Zarkov, in un folle tentativo di raggiungere il pianeta e dirottarlo dalla sua traiettoria.

Il razzo di Zarkov

Il razzo di Zarkov

Il razzo di Zarkov

Il razzo di Zarkov è un razzo fatto in casa, inventato dal Dr. Hans Zarkov . Zarkov venne criticato dai suoi colleghi per aver pensato di poter costruire un razzo in grado di volare su altri pianeti, ma il razzo funzionava. La nave arriva sul pianeta Mongo al primo tentativo.

Nel primo episodio è possibile  vedere il razzo nel suo interno. E’ pieno di indicatori e quadranti, e c'è un grosso aggeggio nel mezzo che fa scintille. Ci sono comodi posti a sedere per tre. L'ossigeno viene fornito da un serbatoio situato vicino al banco di controllo principale.

È possibile aprire il portello della nave durante il volo spaziale, ad esempio, per lanciare una bomba a orologeria fuori dalla nave prima che esploda, ma bisogna fare attenzione, perché fuori c'è molto vento. (Tredicesimo episodio)

Per far atterrare la nave, gli occupanti devono innestare un potente contromagnete al momento opportuno altrimenti il razzo viene distrutto. 

IL razzo è dotato di un  telescopio, che funziona come un periscopio sottomarino. 

 

Il film ebbe due seguiti, Flash Gordon alla conquista di Marte (1938) e Flash Gordon - Il conquistatore dell'universo (1940).